Sveltine Lightroom: Conversione bianco e nero con effetto pellicola

condividi

Ok amici, abbiamo ripreso la stagione, e non c’è modo migliore di iniziare a muovere le mani se non con una nuova guida per ritoccate le foto con Lightroom.

Oggi parliamo della conversione bianco e nero di una foto digitale a colori. Ma non solo, perché di per se la conversione è semplice e fattibile in qualsiasi programma di grafica. Con Lightroom vedremo anche come simulare alcune delle caratteristiche di una foto in bianco e nero su pellicola.

Faccio una precisazione prima che qualche purista mi salti alla gola: NON SI PUO’ REPLICARE FEDELMENTE LA RESA DI UNA FOTO IN BIANCO E NERO SU PELLICOLA, ci si può andare vicini ma esistono delle particolarità della pellicola che semplicemente non si possono emulare, tra cui la resa dinamica, il tiraggio in camera oscura, ecc ecc.

Quindi è inutile pensare di scattare sul digitale e che la resa sia quella della pellicola, ma è utile tentare e arrivare ad un punto soddisfacente!

Cmq io vi ho avvisati… fate vobis… ;)

I passi salienti di questo fotoritocco Lightroom  dopo aver selezionato la modalità Black & White sono:

1) Lavoriamo su dinamica e contrasto della nostra foto; il fatto che il digitale non si avvicini alla dinamica della pellicola non significa che non possiamo provare con Lightroom a migliorare la dinamica e a rendere migliore il contrasto complessivo e delle aree che ci interessa enfatizzare… E’ una procedura standard, qualsiasi sia il nostro scatto di partenza!

2) Lavoriamo sul colore della foto, potrà sembrarvi strano e certamente è anti-intuitivo, ma su una foto in bianco e nero è importante smanettare con… i colori! E’ la stessa ragione per cui blasonati fotografi del bianco e nero scattano con l’ausilio di filtri colorati, in pratica il fatto di avere un filtro ci serve a limitare l’apporto di certi colori dello spettro e rendere i toni di grigio più simili a come li vogliamo rappresentare. Con Lightroom agiamo su:

  • Temperatura del colore e tinta
  • Impostazioni del black & white mix

3) Sharpening, vignette e grana artificiale, se vogliamo avvicinarci al look della pellicola è importante usare qualcuno di questi trucchetti, lo sharpening può aiutarci a rendere più distinti i contrasti dei bordi degli oggetti, ma consiglio sempre di zoommare per vedere l’effetto da vicino. Sempre in tema di sharpening, vi ricordo che è meglio NON ESAGERARE, o il risultato finale sarà pessimo.

Creare un effetto vignette può inoltre servire a prendere in prestito il look di molti vecchi obbiettivi che avevano qualche problema con la luminosità ai bordi, ed è inoltre un trattamento “naturale” che aiuta l’occhio a convergere verso il centro di interesse della nostra fotografia.

Infine, la grana! per essere bravi fotografi occorrono molti soldi… no scusate sto scherzando :) :) La grana di cui parliamo è quella che potete vedere prendendo in mano una qualsiasi stampa di foto in bianco e nero a pellicola, è quel sottile retino, o texture, irregolare, che dona alla foto un aspetto “ruvido” e soprattutto… MAGICO.

Esistono infiniti modi di simulare la grana di una foto a pellicola con il digitale ma per quanto elaborati siano, c’è sempre qualche differenza con la chimica vera della camera oscura. Lightroom, dal canto suo, vi permette di scegliere la densità, le dimensioni e la visibilità della grana e l’effetto che ne risulta può essere gradevole, sta a voi verificare e decidere se vi piace, tanto noi siamo artisti e possiamo fare quello che minchia vogliamo, ve lo ricordate?

Bene, direi che a questo punto abbiamo finito il nostro fotoritocco per la conversione bianco e nero a pellicola, non vi resta che guardare il video tutorial e fare la vostra prova:

Come sempre se avete qualcosa da dire vi aspetto nei commenti, o sulla nostra pagina facebook buona luce, anzi, buona (finta) pellicola!

Simmessa.

ATTENZIONE: Acquistando i prodotti che propongo all'interno dei miei articoli sul sito Amazon.it contribuirete a mantenere vivo questo blog, facendomi diventare ricco sfondato, giusto perché si sappia eh.

devi leggere
questi articoli