Schiarire una foto scura con Lightroom

condividi

Back to basics, eh? Certo!

Eppure, a quanti di voi capita di pensare: “ho fatto lo scatto del secolo”, per poi scoprire che la foto è troppo scura e non si vede un’acca ?

A me è successo, purtroppo anche spesso, sarà che il display della fotocamera schiarisce un po’ tutto, sarà che ho il vizio di sottoesporre… ma siamo proprio sicuri che non si possa fare niente?

La soluzione per schiarire le foto scure esiste, e si chiama Lightroom!

Per chi non lo sapesse, Lightroom è LA soluzione a tutti i problemi di regolazione digitale delle vostre foto, insomma è il moderno equivalente (digitale) della camera oscura della vecchia fotografia su emulsione chimica.

Purtroppo non tutti lo conoscono, altrimenti il livello delle foto su internet sarebbe decisamente migliore, ad ogni modo se non vi fidate delle mie parole, o se pensate che vaneggio, fatevi un giro su 500px.com, e considerate che il 99% delle foto sono state ritoccate digitalmente da fotografi professionisti o appassionati, poi mi direte!

Comunque torniamo a bomba sul problema iniziale, ovvero…

Come cacchio faccio a schiarire una foto scura con Lightroom?

Prima di continuare con questo articolo vi mostro la foto su cui andrò a lavorare con Lightroom, è una foto che ho scattato sul Kings Canyon, nel mio recente viaggio in Australia, con la mia fida X100, che, e non mi vergogno a dirlo, è una gran macchina della Fuji, di cui sono immenso fan; tra l’altro lasciatemi dire che, ultimamente, costa pure poco per le foto incredibili che fa, visto che è uscita la X100s, per cui ve la consiglio, sinceramente è un affarone!

 Kings Canyon - original

Ci sono varie tecniche, a seconda del vostro occhio, dell’esperienza e, soprattutto, del risultato finale che volete ottenere, ma vediamole una per una.

Fotoritocco conservativo, ovvero per puristi

Non che li capisca o li apprezzi, ma molti fotografi preferiscono ridurre al minimo qualsiasi intervento digitale su una fotografia per poi bullarsi con gli amici di aver scattato una gran foto… non fosse che la macchina fotografica già di suo manipola digitalmente le foto (in modo anche abbondante, in certi casi) per cui tutta questa gloria è perlomeno vana.

Personalmente se un qualsiasi software può aiutarmi a rendere una foto mediocre un po’più bella credo valga seriamente la pena di approfittarne! Ma cosa volete, sono un inguaribile ottimista.

Ad ogni modo se ci limitiamo ad utilizzare soltanto gli strumenti più conservativi di Lightroom già possiamo fare molto per schiarire la nostra foto, il risultato a cui arriveremo è questo:

Kings Canyon - versione con editing lightroom conservativo

Gli strumenti che abbiamo utilizzato per evitare un processing digitale troppo aggressivo sono stati soltanto quelli dei pannelli “Basic” e “Tone curve”, ovvero:

BASIC

  • Exposure
  • Contrast
  • Highlights / Shadows
  • Whites / Blacks
  • Clarity
  • Vibrance / Saturation

TONE CURVE

  • Hilights
  • Lights
  • Darks
  • Shadows

Ho registrato la procedura di ritocco conservativo, che è disponibile in video su Youtube e che trovate qui sotto:

Fotoritocco moderato, iniziamo a giocare sporco

Se volete spingervi un po’ più in la con il ritocco digitale basta utilizzare qualcuno in più degli strumenti che Lightroom mette a disposizione.

Io l’ho fatto e credo che il risultato sia decisamente più “interessante” per me, rispetto al fotoritocco conservativo, ma ovviamente de gustibus non disputandum est.

Il punto di partenza di questo ritocco è costituito dal punto di arrivo del precedente, quindi ho applicato ulteriori modifiche che hanno inciso soprattutto sul colore e sulla pulizia dell’immagine (sharpening / noise reduction). Oltre a queste modifiche applicate in generale sull’immagine ho anche utilizzato un gradiente sul cielo per ottenere esaltarne i colori e contrasto.

Il risultato è più netto e enfatizza la drammaticità della scena che mi sono trovato davanti al momento dello scatto:

Kings Canyon - fotoritocco moderato

I pannelli coinvolti da questo ulteriore giro di ritocco sono Color, Detail e Effects, e nello specifico:

COLOR

  • Hue
  • Saturation
  • Luminance

DETAIL

  • Sharpening
  • Noise Reduction

EFFECTS

  • Post-crop vignetting

Anche qui gli interventi sono stati parecchi e quindi ho registrato la procedura di ritocco moderato, e il video è disponibile su Youtube:

 

 

Fotoritocco creativo, let’s have fun!

Perché limitare la propria creatività avendo a disposizione strumenti potenti e flessibili come Lightroom? E allora iniziamo a sbizzarrirci!

Quello che spesso ci dimentichiamo è che, quando vediamo foto incredibili (per citarne uno su tutti: Ansel Adams) pensiamo: “Doveva essere un gran mago, se ci è riuscito senza nemmeno usare il fotoritocco!”. Ma la realtà è un po’diversa, perché Ansel, come tanti altri, le magie le faceva, oltre che con la sua macchina fotografica, anche e soprattutto in camera oscura, applicando tecniche elaborate di “tiraggio” dei negativi oltre a interventi di correzione manuale delle foto usando strumenti che sono, in qualche modo, i progenitori di Photoshop e Lightroom.

Del resto essere fotografi significa prima di tutto avere una visione precisa delle cose che ci circondano, e il fotoritocco è un ottimo modo di alterare la realtà per permetterci di raggiungere questa visione.

Oggi che tutto è più semplice (forse non così semplice, per i fotografi del 1800!) penso che sia un peccato non approfittare della tecnologia a disposizione.

Per questo ultimo giro di ritocchi ho cercato di arrivare al risultato utilizzando tutti gli strumenti a mia disposizione, in particolar modo ho usato (e abusto) l’Adjustment brush che è forse l’arma più potente di tutto l’arsenale Lightroom.

Per il resto le modifiche hanno coinvolto il pannello Split Toning, anche se ho ritenuto necessario applicare delle correzioni anche a tutti gli altri settaggi impostati nelle fasi precedenti del ritocco.

Il risultato è un’immagine molto carica, dove i colori sono accentuati e sono stati aggiunti giochi di luci che rendono tutta la scena più drammatica al nostro occhio, dovendo re-iniziare da zero ora magari farei altre scelte per preservare meglio il carattere della foto iniziale, ma questo è solo un esempio di quello che si può ottenere da Lightroom, insomma è uno spunto per stuzzicare la vostra creatività…sapreste fare di meglio? Ovviamente si!

Kings Canyon - fotoritocco creativo!

Anche in questo caso le modifiche sono talmente tante che registrarle in video è stato l’unico modo di tenerne traccia precisamente:

 

 

Non abbiate paura…

Siamo partiti da una foto scura da schiarire e, facendoci prendere la mano abbiamo cercato di trasformare la scena in qualcosa di più originale e vibrante. Il nostro lavoro non è poi tanto diverso da quello di un pittore che rappresenta la realtà secondo i suoi occhi e le sue idee, per cui, perché dovremmo avere paura di fotoritoccare, visto che non si fa male nessuno?

Ovviamente quello che conta è il risultato, e se è vero che può capitare di rovinare l’immagine di partenza c’è allo stesso tempo il forte rischio di aver creato qualcosa di nuovo, originale e, perché no, anche bello.

Per cui non fatevi fregare da chi (con la puzza sotto il naso) vi dice che “il vero fotografo non ritocca le foto” o cose del genere… Perchè il Fotografo, quello con la F maiuscola, è prima di tutto un’artista, e quello che gli sta maggiormente a cuore è produrre la sua arte, qualsiasi sia il mezzo necessario.

Come al solito potete insultarmi o scrivere le vostre opinioni sui commenti qui sotto, saluti a tutti e buona luce!

Simmessa.

UPDATE

Dopo ancora qualche ritocco finale ho caricato una versione (leggermente modificata) di questa foto su 500px e ha totalizzato un punteggio Pulse di 93.9, per cui direi che è andata abbastanza bene, la trovate qui:

http://500px.com/photo/50981316

Se non sapete cosa è 500px MI OFFENDO > Leggete qui!

Alhoa.

ATTENZIONE: Acquistando i prodotti che propongo all'interno dei miei articoli sul sito Amazon.it contribuirete a mantenere vivo questo blog, facendomi diventare ricco sfondato, giusto perché si sappia eh.

devi leggere
questi articoli