Il nuovo flickr…ma ce n’era bisogno?

commenti2

condividi

Non sto scrivendo molto di questi tempi, lo so, ma ho le mie ragioni, e sono più che rock, quindi pazientate…

Una cosa che però mi ha colpito molto in queste ultime settimane è il nuovo layout flickr, così mi sono detto: “E’ un po’ che non spari merda su quei ragazzi, non è che ti starai rammollendo?” Nient’affatto.

Così oggi vi racconto del restyle di flickr, il sito di sharing delle foto più comune (mel senso di minimo comun denominatore) di internet.

Tenete presente che, per deformazione professionale questa è in parte recensione del servizio/restyle e in parte critica del sito internet, ma da un web designer di professione che vi aspettavate ??

Flickr si rifà il look

Wow, era parecchio che non modificavano una virgola, e adesso fanno un nuovo layout flickr, ma dico, …MA SIAM PAZZI?

Cioè, ad essere del tutto sinceri qualcosa l’avevano modificato negli ultimi mesi: sto parlando della vista “justified” che avevano aggiunto a inizio 2012 e che era davvero carina, diversamente dal flow di 500px, che mi ha sempre schifato.

Insomma, flickr lasciava intendere che ci fossero novità nell’aria, e che le rotelline del gigante Yahoo fossero addirittura tornate in moto per tornare a proporre flickr.com come leader delle minchiate fotografiche di internet.

Ed eccoci qui, a Maggio 2013, flickr si rinnova dalla testa ai piedi. 

Era necessario? Direi proprio di si, la pagina era datata e abbastanza ridicola confrontata con le moderne alternative, che, badate bene, non si chiamano soltanto 500px, ma anche Facebook/Instagram, Google plus e 1x.com.

Segnare nei 5 minuti di recupero

Flickr ne ha perso, di tempo, e credo sinceramente che per recuperare debba correre un po’, ma andiamo con ordine, cosa ci promette flickr per riportarci da loro? Ma soprattutto:

ce la faranno i nostri eroi a ricostruire questa città un tempo grandiosa, rasa al suolo da bimbiminkia e spammer?

Bella domanda… ma torniamo alle promesse:

Biggr

Più grande, più ciccio, più spazioso, più enorme, in una parola: STORAGE.

Flickr per attrarci flette i muscoli della server farm di Yahoo promettendoci 1 FOTTUTO TERA di dati.

Quant’è grosso 1 TERA ?

1 terabyte = 1000000000000 bytes = 1012 bytes = 1000 gigabytes.

E, ragazzi, non lo dico io, che notoriamente non sono affidabile, ma Wikipedia, che forse è anche peggio. Fossi in voi non mi preoccuperei di questi conti, la matematica non è un’opinione, o saremmo tutti nella merda.

Quante foto ci stanno in 1 TERA ?

Tante, ma davvero tante. Diciamo che il numero di foto per la maggior parte di noi dovrebbe smettere di essere un problema, perché facendo un minimo di selezione e uploadando risoluzioni non enormi il TERA messo a disposizione tende ad infinito.

Se invece siete dei PRO e volete caricare le foto per il vostro archivio digitale in the cloud beh, considerate che:

1 terabyte = 218,453 16.0 megapixel photos

I calcoli (per cui ho pigramente usato questo sito) mi dicono che una jpeg100 (cioè al 100% della qualità, ovvero con coefficiente di quantizzazione a 255) con la risoluzione 4896 x 3264 (ratio 3:2 quello tipico delle Nikon), altrimenti detta di 15.8 Megapixel (16 nel marketing di qualunque camera maker) occupa circa 3 Megabyte.

E’ anche vero che il peso di una foto compressa dipende totalmente da cosa è rappresentato nella foto, poiché le altre frequenze, contenendo più informazione, saranno sempre meno comprimibili per loro natura, mentre le aree di colore uniforme (basse frequenze) saranno molto comprimibili (miracoli della quantizzazione!). Personalmente ho fatto qualche prova e il peso medio si attesta intorno ai 5 megabyte, anche se si può arrivare, in certi casi (rumore policromatico uniforme) anche a 50 mega.

Se prendiamo quindi ad esempio i 3 mega di cui parlavamo sopra in 1000 giga ce ne stanno su per giù 338,000, flickr è più conservativo (stima in media 4,5 mega a foto) e ne promette, usando il suo calculator, Solo 218,453. Se non vi fidate è il caso che vi rifacciate i conti, perché io a questo punto mi sono rotto, preferisco dunque accontentarmi e vivere felice.

Spectaculr

Perché cazzo non scrivono le ultime vocali delle parole, è un mistero che non risolverò mai da solo (per suggerimenti sentitevi liberi di commentare questo articolo), per cui HELP ME please.

Flickr ci promette di non limitare la risoluzione delle immagini che andremo a caricare, salvo poi riadattarle per una visione decente e leggera su qualsiasi device, e meno male.

Il vero problema, se vogliamo vedere, è che caricare anche solo 100 foto da 3 Mega l’una è abbastanza oneroso per l’ADSL di casa, quindi armatevi di pazienza e preparatevi a tenere il PC acceso giorno e notte se volete farvi un backup digitale dei vostri archivi a spese di Yahoo.

rockfoto_il_nuovo_flickr_thumbnail_pessime

Su questo Spectaculr, se mi permettete, avrei qualche dubbio… per esempio:

perché le thumbnail debbano essere compresse così tanto non lo so, ho capito che la banda costa, ma se si vedono gli artefatti significa che si è compresso troppo, e sto parlando di uno zoom 1x, quindi non sto proprio cercando il pelo nell’uovo. Vabbèh.

Ma alla fine posso dire che rispetto al vecchio flickr, hanno fatto passi da gigante, finalmente le foto sono davvero al centro dell’esperienza utente, e durante la navigazione in home assumono dimensioni più che generose, per cui si riesce a godere appieno delle immagini, è già qualcosa.

Altri elementi che trovano spazio nella nostra nuova home sono, a parte il sandwich di foto sulla sinistra, di cui ho parlato qualche riga sopra, l’immancabile pubblicità, un paio di gruppi pescati a caso tra quelli a cui siamo iscritti (non so con che criterio), un box explore con thumbnail di foto che potrebbero piacerci, oppure The Commons (di cui non mi è mai fregato un cazzo, lo ammetto), poi una bella foto dal flickr blog, e qui ci sta un altro bel, “ma chissenefrega?” per finire con una lista di persone che forse conosciamo, stile facebook, per intenderci.

Tutto sommato ci sono un po’ di elementi per dire che la home è abbastanza pienotta, ma non sembra troppo affollata, tutto sommato l’ho trovata sopportabile.

Ah, prima che mi dimentichi, Yahoo mi spiegato a che cavolo vi serve avere un footer se la pagina è del tipo “a caricamento infinito” ? Non so se ci avete fatto caso, ma non ci a parte intravederlo non ci arriveremo mai!!!

Anche la pagina della foto è stata abbondantemente modificata, e questa volta non è più il bianco a farla da padrone, ma il nero, perché ogni volta che apriamo una foto in particolare scompare tutto tranne l’immagine, il che aiuta a concentrarsi e a “vedere” davvero la foto.

Questo isolamento in nero è talmente efficace che, a prima vista, l’ho scambiato per una specie di slideshow, in pratica non mi sono reso conto da subito che c’è anche un secondo scroll, dove trovano spazio gli elementi social e i dettagli di quello che stiamo vedendo, quindi oltre al titolo e descrizione della foto ci sono:

  • commenti
  • dettagli autore
  • views
  • copyright
  • altre foto dallo stream dell’utente

e così via… Forse è questa la parte più debole della pagina, quella che mi ricorda più da vicino il vecchio flickr, con i commenti pieni di contest, gruppi improponibili e spaccaballe, ma del resto non vedo come si potesse fare altrimenti.

La pagina che mi è piaciuta di più, quella che, usa la nuova visualizzazione justified è quella di explore, e secondo me è davvero carina, le foto diventano un muro compatto da osservare e da scoprire, niente buchi o geometrie strane come nel flow di 500px anche se, capita spesso di vedere immagini che cozzano tra di loro, è la vita, perlomeno sono immagini ben fatte, anche se la selezione rimane algoritmica (quindi fatta dalle macchine su criteri magici).

Vi mostro uno screenshot perché in questo caso un’immagine vale più di mille parole:

rockfoto_il_nuovo_flickr_explore

 

Non male, vero?

Ma anche qui, arriva la secchiata d’acqua a riportarci alla trista realtà, con un bel banner in mezzo ai cojones:

rockfoto_il_nuovo_flickr_explore_banner

 

Tra l’altro messo nel primo scroll, amici di flickr non se ne poteva proprio fare a meno eh ? Tranquilli, conosco un po’ di editori online e so bene che non si campa di sola aria ma che serve il grano, però questo banner sta proprio in mezzo alle balle… vi ho convinto a toglierlo? Mmmmm, mi sa di no, ma che SPETACUL.

Wherevr

Le foto stanno diventando IL mercato del mobile, insieme ai social network, e l’acquisizione di Instagram da parte di facebook dovrebbe aver aperto gli occhi a tutti in questo senso, ormai, e l’interesse di Yahoo verso questo segmento si è rinnovato di conseguenza.

Del resto flickr ha sempre avuto un’app degna, ci sta bene che sia presente per entrambi i sistemi, Android e iPhone, ma io ho potuto testare solo quella per Android perché l’iPhone mi fa schifo (nonostante sia il telefono più usato dai professionisti) e sono quasi allergico alla Mela.

L’app di flickr è davvero bella ed elegante, non è particolarmente originale e, guardandola da vicino assomiglia molto alla nuova app di 500px per Smartphone Android. Diciamo che entrambe sono spettacolari e sostituiscono in maniera più che degna il rispettivo sito internet, il vantaggio dell’app flickr è che, pur non essendo al 100% completa nelle funzionalità, leva dai maroni la pubblicità, il che non è poco.

Ecco qualche screenshot per farvi vedere meglio di cosa parlo:

flickr app screenshot

flickr app screenshot flickr app screenshot

L’app è semplice e pulita, nel browsing delle foto è simile ad altre (app 500px, appunto), ma si distingue per la possibilità di effettuare anche scatti (usando la fotocamera standard di android) e successivamente di applicare all’immagine filtri stile instagram. Per finire, ovviamente, le foto possono essere uploadate nel proprio profilo, come potete vedere qui:

flickr app screenshot dei filtri flickr app screenshot uploadQuindi possiamo tranquillamente dire che, in quanto a mobilità, flickr mantiene le sue promesse, perché dall’app è possibile fare quasi tutto, a differenza di 500px dove è soltanto possibile guardare, votare e commentare le foto altrui. Ben fatto flickr!

…e il resto?

Le restanti feature di flickr, almeno per il momento, mi sembrano identiche al passato. E perché mai fare un restyle se poi un sacco di pagine restano con il vecchio stile?

Mah, misteri di Yahoo, sono certo che prima o poi metteranno mano pure a quello, quindi fossi in voi non mi preoccuperei troppo.

Le funzionalità di discussione e i gruppi restano comunque la feature che distingue flickr da 500px, ma, utenti a parte credo che facebook e google plus in questo senso siano infinitamente meglio quindi… a me rimane il dubbio: vale la pena che un social network fotografico abbia tutti questi strumenti di integrazione e discussione tra gli utenti o al contrario dobbiamo intendere la fotografia come un plug-in dei normali social network generalisti?

Personalmente ho molto goduto del tempo passato su 500px dove a farla da padrone sono le immagini e un’esperienza di tipo visivo… poi se a tutti i costi voglio una community  di fotografi appassionati di X o Y me la vado a cercare in separata sede, quindi, per come la vedo io, meglio esperienze separate e ottimizzate per un certo uso, piuttosto che per tutti gli usi.

Mi piace parlare su google plus e facebook, tenermi informato su twitter (che secondo me fa bene giusto quello), guardare foto su 500px e ascoltare musica su soundcloud, che male c’è ?

Certo potrei fare tutto questo su facebook ma non fa per me, gli amici amici sono una bella cosa, ma seguire grandi fotografi è tutt’altro! Quando voglio concentrarmi su qualcosa preferisco verticalizzare, ecco perché non ho mai apprezzato granché i tentativi fatti dai vari network di diventare “tutto” contemporaneamente! Certo c’è chi ci sta quasi riuscendo, ma il risultato è quello di un livellamento generalizzato per cui nell’ansia di lasciar che ognuno dica la sua, il rapporto segnale rumore si fa  sempre più ridicolo…

Ecco forse è questo uno dei problemi principali di flickr, soprattutto di quello vecchio ma anche un pochino di quello nuovo, c’è troppa fuffa e chi cerca del contenuto di buon livello è sommerso dalla monnezza e quindi si rivolge altrove.

Per me l’alternativa è 500px, anche se mi sono piacevolmente stupito incappando su 1x.com, che promette di essere ancora più elitista.

Certo i cambiamenti non piacciono a nessuno, le vecchie abitudini sono dure a morire e questo blog, da quando flickr si è rifatto il look è stato letteralmente inondato di visitatori alla ricerca di un’alternativa valida. ma nel frattempo vi do un consiglio: flickr va tenuto d’occhio, perché questo è un primo, timido passo nella giusta direzione ed è chiaro che Yahoo non voglia finire in coda a tutti gli altri dopo averli condotti per un bel po’di anni, quindi se avete ancora un account flickr non è ancora il momento di chiuderlo, perché qualche soddisfazione la può regalare ancora, personalmente non ho tempo e voglia di seguire il mio, per cui vi raccomando di venirmi a trovare su 500px e di partecipare, come sempre, nella discussione con i vostri commenti qui sotto, per oggi ho finito e vi rimando alla prossima! Buona Luce a tutti!

S.

ATTENZIONE: Acquistando i prodotti che propongo all'interno dei miei articoli sul sito Amazon.it contribuirete a mantenere vivo questo blog, facendomi diventare ricco sfondato, giusto perché si sappia eh.

  • http://magino.me/blog Antonino Venuto

    io dopo aver letto tutto l’articolo ho soltanto una domanda: cosa razzo/palazzo è 1x.com? XDD

    • simmessa

      L’ennesima community per fotografi, è stile 500px ma più elitaria e soprattutto è la più curata, nel senso che le scelte le fanno principalmente i photo editor… almeno io ho capito così! :P

      Buona giornata papero!

      S.

devi leggere
questi articoli